Excite

Gattuso, commesso per un giorno

E' impossibile non amare Gennaro Gattuso, perchè non è solo bravo e bello (lo stabilisce un sondaggio inglese che lo annovera tra i più belli della Nazionale Italiana) ma è anche buono. "Se posso aiutare i più giovani non dico mai di no, bisogna sempre rivolgere un pensiero a chi sta peggio". Con questo spirito, il centrocampo della nazionale e del Milan, ha tracorso l'intera giornata di ieri, in via Montenapoleone, a Milano, da commesso per vendere penne Mont Blanc a sostegno di una iniziativa benefica legata all'Unicef.

Con la sua faccia da italiano del Sud, con quella faccia di una che si "incazza da morire", perché in quello che fa mette tutto se stesso, "Ringhio" è riuscito a diventare la star della Vodafone Italia ed è corteggiato dai più grandi marchi. Lui però, è prima di tutto un calciatore, e a chi accenna ad una possibile carriera da attore risponde: "non voglio fare il personaggio, ma ringrazio chi mi sceglie, le telecamere non mi spaventano".

A testimonianza della sua sensibilità verso persone meno fortunate, c'è la "Fondazione Forza Ragazzi Onlus", associazione creata e presieduta dal calciatore per porgere un concreto sostegno a ragazzi in difficoltà. L’obiettivo di questo progetto dichiara il mediano è: " acquistare tutto il materiale necessario affinché i bambini possano essere accuditi al meglio, grazie anche al coinvolgimento di personale qualificato".

Gattuso ha alle spalle un'autobiografia: "Chi nasce quadrato non muore tondo", in cui racconta dell'infanzia a Corigliano Calabro, dei pomeriggi a giocare a pallone sulla spiaggia, di un bambino che guardava in tv Gullit e Van Basten.

E' impossibile non amare Rino Gattuso, si è guadagnato la stima di tutti con il suo modello di vita. Sembra che non gli manchi nulla, forse solo il Pallone d'Oro", che si meriterebbe.

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017