Excite

Roma, il futuro societario è tra Angelucci e gli americani

Domani comincerà ufficialmente l'analisi di tutte le 5 offerte vincolanti presentate per l'acquisizione dell'AS Roma. Al­la riunione in cui si valuteranno le proposte arrivate parteciperanno Rosella Sen­si, in rappresentanza della sua famiglia e detentrice del 49% di Italpetroli, Antonio Muto per Unicredit, il profes­sore Attilio Zimatore, nominato presidente dopo l'intesa del 26 luglio, e, con ogni probabilità anche Piergiorgio Peluso (Unicredit) e Daffina per Rothschild.

Roma, si prospetta un futuro Usa?

Ricordiamo che Italpetroli de­tiene il 67% delle azioni AS Roma, che sta decidendo in questi giorni il proprio futuro societario: giornate delicate in cui ogni giorno si susseguono grandi novità. Oggi è stata la volta dell'annuncio a sorpresa di Aabar: 'Non abbiamo formulato nessuna offerta per l'acquisto della società. Desideriamo prendere le distanze da tali voci anche nell'interesse di un valido e corretto processo di vendita del club calcistico italiano. Aabar non comprende le ragioni che hanno generato così intense speculazioni di stampa. I giornalisti e le parti interessate sono invitati a confermare la veridicità degli articoli di stampa direttamente con Aabar'. Questo lo scrive Bloomberg citando una mail dell'amministratore delegato di Aabar, Mohamed Al-Husseiny.

Roma, Ranieri sul nuovo proprietario: 'Io do sempre il massimo per tutti'

Se così fosse una delle cinque offerte vincolanti sarebbe dunque già eliminata con la famiglia Angelucci ancora in corsa e la cordata americana rappre­sentata dallo studio Tonucci che sembra essere ottimista sul felice esito della trattativa dopo aver trattato a lungo con i vertici di Unicredit a New York la scorsa settimana. C'è in realtà chi ancora cita un’altra offerta presentata da un fondo misto mediorien­tale-americano oltre ad una proposta francese che però sembrano in netto svantaggio rispetto alle prime due.

Nella valutazione delle offerte che saranno consegnate al professor Attilio Zimatore, si terranno in considerazione la congruità dei progetti presentati e i parametri finanziari su cui poter naturalmente fare affidamento. Gli americani da questo punto di vista sembrano essere in vantaggio ma l'imprenditore romano delle cliniche Gianpaolo Angelucci non molla puntando forte su un piano industriale incentrato sul­la valorizzazione dell’asset. Staremo a vedere, in pochi giorni la Roma potrebbe avere un nuovo proprietario dopo anni di presidenza Sensi.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018