Excite

Roma, si prospetta un futuro Usa?

La Roma è vicina alla fumata bianca definitiva. Dopo mesi e mesi di trattative serrate sembra che la distanza tra domanda ed offerta sia diminuita e ci si avvicina dunque alla soluzione del caso. L'accordo tra Unicredit e la cordata americana che fa capo all'italoamericano Thomas Richard Di Benedetto è in via di definizione stando a quanto emerge in queste ore.

Dopo aver riunito un gruppo di investitori milionari dunque Di Benedetto, businessman 60enne, sarebbe in procinto di diventare il nuovo presidente della società giallorossa succedendo quindi alla famiglia Sensi che per tanto tempo è stata a capo dell'AS Roma. Importante anche la mediazione dell’avvocato dello studio Tonucci Mauro Baldissoni con cui si è discusso sul ruolo futuro della banca Unicredit, rappresentata dal vice direttore generale Paolo Fiorentino, dal responsabile corporate banking Italia Piergiorgio Peluso e dal legale Roberto Cappelli.

Unicredit resterà con una quota di minoranza nella Roma ma vanno assolutamente limati prima molti dettagli a partire dall'urgente ricapitalizzazione e dalla futura struttura del club giallorosso. La Roma entra dunque in un momento cruciale della sua storia in cui la cordata americana sostituire definitivamente i Sensi. Sono con esattezza 18 anni di storia in cui la famiglia Sensi è stata a capo della Roma: il grande ed indimenticato presidente Franco Sensi dal 1993 al 2008 con la figlia Rosella Sensi subentrata alla morte del padre. Uno scudetto nel 2000-2001 sotto la guida di Fabio Capello, 2 Supercoppe italiane, e 2 Coppe Italia sotto la presidenza Sensi che, comunque vada, sarà sempre ricordata nella storia e nell'albo d'oro dell'AS Roma.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020