Excite

Panini e le figurine dei Mondiali 2010

Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).
Nell'era del digitale e del virtuale dove la carta conquista sempre di più un posto marginale, persino con la moneta, l'era delle figurine calcistiche non muore mai. Da generazioni, grandi e piccini, collezionano le figurine del calcio e si tramandano giochi e tradizioni con protagonisti i loro beniamini preferiti. La Panini, l'azienda di Modena da decenni leader nel prodotto delle figurine, conferma la sua tradizione per i mondiali di calcio. Ecco alcune immagini che mostrano la lavorazione e la produzione dei nuovi modelli per i Mondiali 2010 (foto: corriere.it).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2021