Excite

Fiorentina-Juventus 0-0. Viola fermati dalla traversa, bianconeri in affanno

  • Infophoto

Con buona pace di Napoli-Lazio, che si giocherà domani sera, è Fiorentina-Juventus la partita clou della quinta giornata della Serie A 2012-2013. I bianconeri, ancora a punteggio pieno, fanno visita ad una delle squadre più belle e più in forma del campionato. A questo possiamo aggiungere che Firenze è uno dei campi tradizionalmente infuocati per i bianconeri ed il menù è completo.

Carrera punta sull’undici base della Juventus, con le eccezioni di Quagliarella al posto di Vucinic e Giaccherini per Marchisio. Davanti a Buffon c’è la linea a tre formata da Barzagli, Bonucci e Chiellini. Il centrocampo ruota intorno al rientrante Pirlo a cui lati si muovono Giaccherini, Lichtsteiner, Vidal e Asamoah. In avanti la coppia di piccoletti formata da Giovinco e Quagliarella.

Guarda il video con gli highlights di Fiorentina-Juventus

La Fiorentina si schiera in maniera speculare rispetto alla Juventus, ma con un numero maggiore di palleggiatori tutti al servizio di Jovetic che in estate è andato più volte vicino a passare ai bianconeri.

C’è grande tensione nell’aria. Le due squadre si affrontano a viso aperto. Nei primi minuti è Sebastian Giovinco a creare il maggior numero di grattacapi alla difesa di casa. La formica atomica prova due volte con conclusioni dal limite dell’area ad impensierire Viviano. Il pallino del gioco è in mano alla capolista, ma la Fiorentina non va mai in sofferenza e le ripartenze manovrate dei viola sono sempre insidiose.

I primi venticinque minuti della gara scivolano via senza grandi emozioni anche se il ritmo è molto alto con entrambe le squadre che cercano di superarsi sfruttando le proprie peculiarità. La Fiorentina conferma tutte le cose buone fatte vedere in questo scorcio di campionato. Tenere testa a questa Juventus non è cosa da tutti. La prima vera conclusione in porta dei viola arriva al minuto ventisette. Bella azione di Cuadrado che partendo dalla destra si accentra e chiama allo scambio gli avanti viola. La palla viene servita a Ljajic che fa partire un bel tiro dal limite dell’area, ma la palla termina fuori.

La migliore occasione della partita capita alla Fiorentina. Al quarantesimo una folata di Pasqual viene fermata con un fallo da Lichtsteiner sul lato destro dell’area di rigore bianconera. Il cross susseguente alla punizione vede Jovetic anticipare tutti e colpire di testa, la palla si stampa sulla traversa a Buffon battuto.

Passano sessanta secondi e Bonucci si fa trovare fuori posizione su un lancio lungo della difesa di casa. Ljajic ne approfitta e tagliando alle spalle del difensore della nazionale riesce a presentarsi a tu per tu con Buffon ma il serbo spreca malamente una grossa opportunità. Il primo tempo termina senza ulteriori emozioni. E’ stata una prima frazione giocata su ritmi alti e con ottime trame da entrambe le formazioni, però la Fiorentina avrebbe meritato di chiudere in vantaggio.

Le squadre scendono in campo per il secondo tempo con gli stessi ventidue della prima frazione di gioco. Il primo squillo è della Fiorentina che corona sette minuti di predominio territoriale con una bella azione personale di Roncaglia che, partendo dalla tre quarti, salta due bianconeri e fa partire un destro che sibila di poco al lato del palo della porta difesa da Gigi Buffon. I viola giocano meglio in questo scorcio di ripresa, la Juventus è in chiara difficoltà sulle fasce.

Carrera cerca di dare un po’ di peso all’attacco ed al minuto 58’ inserisce Vucinic per Quagliarella che non è mai riuscito ad essere incisivo. L’ingresso di Vucinic non provoca gli effetti sperati. La Fiorentina continua a tenere il campo senza correre rischi ed è sempre incisiva quando porta palla nella metà campo dei campioni d’Italia. Carrera, al 67’, decide di porre fine alla partita di Andrea Pirlo, senza infamia e senza lode, ed inserisce il giovane Pogba.

La Fiorentina, dopo una decina di minuti fatti a ritmo basso, torna in avanti e chiude la Juventus nella propria metà campo. La difesa bianconera, però, riesce a tenere gli attaccanti viola lontani dall’area. Cuadrado, allora, prova con una fucilata dal limite che esce di pochissimo al lato del palo destro della porta di Buffon. Siamo al minuto settantadue e Carrera inserisce Marchisio per Giaccherini che non ha giocato una gran gara. Primo cambio anche per la Fiorentina, esce Ljajic ed entra Fernandez.

La pressione della Fiorentina è costante. All’ottantesimo un bel cross di Cuadrado viene raccolto da Pasqual che incrocia di testa con la palla che esce di poco al lato a Buffon battuto. Montella prova il tutto per tutto, all’ottantacinquesimo toglie Jovetic che ha dato tutto, ed inserisce Luca Toni per l’ultimo assalto. Il terzo cambio per i viola è Migliaccio in luogo di Romulo all’inizio dei tre minuti di recupero.

La partita termina sul punteggio di 0-0. La Fiorentina ha cercato la vittoria più della Juventus e probabilmente avrebbe meritato almeno un goal. La leggerezza dell’attacco viola, però, si è scontrata contro la difesa della Juve e sulla traversa colpita da Jovetic nel primo tempo. Carrera può essere soddisfatto di questo pareggio. I bianconeri allungano la loro incredibile serie di partite senza sconfitta e portano a casa un punto da un campo difficilissimo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019