Excite

Fifa, scandalo corruzione: Fbi "E' solo l'inizio", trema il regno di Sepp Blatter

  • Getty Images
Il regno di Joseph Blatter trema: il sistema di potere della Fifa, basato sulla corruzione, sta infatti subendo i duri colpi dell'inchiesta del Fbi che ha portato all'arresto di 7 persone. Tutti dirigenti di primo piano che accettavano tangenti per favorire alcune società. Ma soprattutto le autorità statunitensi hanno annunciato che "questo è solo l'inizio". Dunque nelle prossime settimane potrebbero esserci degli ulteriori sviluppi.

Leggi perché sono scattati gli arresti a Zurigo e chi sono i personaggi coinvolti

Il meccanismo di corruzione riguardava tutti i principali settori di business, come i diritti televisivi e quelli marketing che valgono circa 3 miliardi e mezzo del fatturato Fifa (facendo riferimento solo agli ultimi tre anni). Ma nell'inchiesta sono finite anche le assegnazioni dei Mondiali, con l'attenzione puntata su Russia 2018 e Qatar 2022. Due decisioni che hanno fatto spesso discutere. Ma nelle indagini è finita anche la Coppa del Mondo disputata in Sudafrica nel 2010: secondo gli investigatori, Jack Warner, presidente della Concacaf (federazione Nord, Centro America e Caraibi) e vice presidente della Fifa, avrebbe intascato una mazzetta di 10mila dollari per pilotare la scelta.

La bufera ha intanto sortito effetti pesanti sull'elezione del presidente Fifa, in programma venerdì 29 maggio. 'Sepp' Blatter, grande favorito contro lo sfidante Ali Bin Al Hussein, ha cancellato l'intervento pubblico previsto, mentre la Uefa ha ufficializzato la richiesta di far slittare il voto di almeno 6 mesi perché non si svolgerebbe in un clima sereno. La Federazione asiatica ha però sostenuto di voler provvedere alla rielezione del presidente in carica per rinnovare la fiducia nel suo operato. Una spaccatura che rischia di lasciare strascichi pesanti nell'organismo che comanda il calcio.

Come se non bastasse, lo scandalo corruzione che ha travolto la Fifa si è trasformato in un caso internazionale. La Russia ha parlato di "uso extraterritoriale delle leggi americane", in merito alle indagini svolte dal Fbi. Un sospetto respinto al mittente, poiché gli investigatori seguivano la situazione da almeno tre anni. E sono intenzionati a proseguire il lavoro di pulizia.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019