Excite

Ferrara: "Proprio la Juve che volevo"

Non ha alibi Ciro Ferrara a cui quest'anno dirigenza e tifosi chiedono di portare in trionfo la squadra, in Italia o in Europa. La finestra di mercato si è chiusa con l'arrivo di Diego, Cannavaro, Felipe Melo e Grosso (e Caceres), pedine di spessore internazionale che rivoluzioneranno completamente la macchina progettata nella scorsa stagione da mister Ranieri.

Si dice che la Juve di quest'anno sia più forte di quella della passata stagione e che per tasso tecnico e fisicità in mezzo al campo si avvicini molto all'invincibile corazzata nerazzurra di Josè Mourinho. Solo il campo potrà dire se l'inesperto Ferrara riuscirà battere lo Special One.

Intanto il tecnico bianconero si compiace per l'ottimo lavoro svolto da Secco e soci durante la finestra di mercato: "E' stato un mercato eccellente. Tutti gli uomini che avevo con­cordato con i dirigenti sono arrivati e mi trovo in mano una squadra altamente competitiva" ha rivelato Ferrara in un'intervista a TuttoSport "Non abbiamo mai improvvisato durante que­sta campagna acquisti. C'e­ra un progetto chiaro fin dall’inizio e quello è stato seguito in modo molto pre­ciso". I tanti arrivi sono la dimostrazione di come la Juventus creda, e non poco, nel progetto Ferrara, arrivato in panchina quasi casualmente: "Confesso che sono orgoglioso, oltre che soddisfatto, perché non è comune per un allenatore all'esordio come me, avere a disposizione una rosa di questo genere. Natural­mente so cosa comporta tutto questo, nel senso che conosco bene le mie respon­sabilità e quelli che sono gli obiettivi di questa squadra. Ora dobbiamo vincere".

 [in collaborazione con Calciomercato.it]

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018