Excite

Felipe Anderson, il papà arrestato in Brasile: accusa d'omicidio, rischia 30 anni

Brutta notizia per il giovane talento della Lazio Felipe Anderson Pereira Gomes, conosciuto solo come Felipe Anderson, venuto fuori alla grande soprattutto negli ultimi due mesi della stagione biancoceleste, con ciliegina sulla torta la grande prestazione (in particolare il primo tempo), con gol, nel derby capitolino di domenica pomeriggio terminato 2-2.

Roma-Lazio: il selfie in campo di Francesco Totti dopo il gran gol del 2-2

Dal Brasile è infatti stata data comunicazione dell'arresto del padre del giocatore, Sebastião Tomé Gomes (51 anni), accusato addirittura di duplice omicidio. Il papà del numero 7 del club di Lotito, secondo quanto ricostruito dai media brasiliani e riportato dal sito di Repubblica, avrebbe avuto una lite con Bruno Santos Silva (30 anni), ex fidanzato della moglie, da cui sarebbe poi nato un inseguimento tra la sua automobile e la moto dell'uomo. Nel folle inseguimento, entrambi avrebbero poi perso il contro dei propri mezzi, andando a schiantarsi su un'abitazione in località Santa Maria. E mentre il ragazzo pare sia morto sul colpo, il genitore del calciatore ne è uscito invece illeso, uccidendo però Noêmia Caldeira Gomes (61 anni), signora che stava dormendo in casa sua.

Selfie Totti in Roma-Lazio, i meme su Twitter fanno impazzire la Rete

È stato lo stesso padre di Felipe Anderson a presentarsi dopo qualche ora in caserma per confessare l’accaduto. Ora è recluso nel Dipartimento di Polizia Specializzata (DPE), ed è in attesa che venga formalizzata un'accusa per cui rischia più di 30 anni di carcere.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020