Excite

Dramma a Bolzano, 18enne in coma dopo scontro di gioco

Sono pochissime le speranze di salvare la vita a Nicola Tomasi, 18enne centrocampista della formazione juniores del Mori Santo Stefano, che sabato è finito in coma dopo essere caduto, battendo la testa, durante una partita a Maso Ronco, nei pressi di Bolzano.

“Una diagnosi di morte clinica” - hanno detto i medici che lo hanno in cura - “non è ancora stata fatta”. “il ragazzo ha subito un grave trauma cranico ed è in prognosi riservata”. Spiega Massimo Bertelli, il rianimatore che lo ha in cura nel reparto di terapia intensiva all'Ospedale regionale di Bolzano. “Le sue condizioni sono stabili. La diagnosi di morte clinica passa per una serie di esami che attualmente non sono stati fatti. Sanno necessari almeno un paio di giorni per dare un giudizio preciso sulle sue condizioni”.

L’incidente è avvenuto intorno al 30’ del primo tempo. Ad assistere alla partita, c’era anche la madre dello sfortunato ragazzo, Katia Gobbi. “Sono arrivato poco dopo l’accaduto perché mi trovavo a Termeno per un'altra partita - racconta un dirigente dell'Appiano, la squadra avversaria -. Mi hanno detto che c'è stato un contatto fortuito di gioco, non violento assolutamente, anzi leggero, il ragazzo è caduto malamente e ha battuto la nuca. I soccorsi sono stati tempestivi”.

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017