Excite

Donadoni aspetta Lavezzi, il procuratore dice nì

Sembra di rivivere un po' dell'estate '89. Quella della rappresaglia di Maradona, fuggito in Argentina per "punire" Ferlaino, reo di non averlo ceduto all'Olimpique Marsiglia. Stavolta gli ingredienti sono più o meno gli stessi: Il Napoli, l'Argentina, la fuga, il mancato ritocco del contratto, un calciatore albiceleste e il dubbio: Lavezzi si presenterà in ritiro (il Napoli si raduna a Roma il 9 luglio, quindi trasferimento a Lindabrunn, Austria, dal 10 al 30) o darà inizio ad un nuovo tira e molla?

Il calciatore si è chiuso in un silenzio interlocutorio, così come indecifrabili sembrano essere le parole del procuratore del calciatore, Alejandro Mazzoni: "Io e Lavezzi abbiamo preso un impegno: non verrà rilasciata alcuna dichiarazio­ne" ha spiegato al Corriere dello Sport "Lui adesso è in vacanza ma sta per tornare. Abbiamo fissato un appuntamen­to per mercoledì mattina, quando affron­teremo l’argomento e informeremo".

Donadoni intanto aspetta e spera "Attendo il calciatore in ritiro. Non ho motivi per pensare diversamente, Lavezzi è un ragazzo perbene che ha capito le cose e conto senz'altro su di lui". Il dg Marino non si smuove dalla linea dura: "Lavezzi ha detto che torna? Non mi meraviglia, è pagato per questo, fa solo il suo dovere..."

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020