Excite

De Rossi, tre turni di squalifica. E La Roma aspetta l'offerta dal Psg

  • Facebook

Daniele De Rossi è incappato in uno di quei momenti cosiddetti neri, quelli da gettarsi al più presto alle spalle. In un colpo solo, quello rifilato al laziale Stefano Mauri, ha perso derby, Nazionale e la Roma per tre giornate, a tanto ammonta la squalifica inflitta dal giudice sportivo Giampaolo Tosel.

Il centrocampista salterà dunque tre sfide, quelle contro il Torino, il Siena e il Pescara, tornerà contro la Fiorentina di Vincenzino Montella, proprio il tecnico che "Capitan Futuro" avrebbe voluto al posto di Zdenek Zeman. Non c'è sconto in vista, giacché la società (che lo multerà di 150mila euro, un terzo dello stipendio mensile)non ha intenzione di opporre ricorso, proprio come avvenuto per Osvaldo lo scorso anno.

Baldini ha già perdonato De Rossi ("Resta un orgoglio il fatto che indossi la casacca giallorossa"), farà altrettanto la tifoseria, la cui pazienza, solo poche settimane dopo la diatriba con il boemo, è messa nuovamente a dura prova?

Il club ne medita la cessione. Lo stesso Baldini fa nulla per nasconderlo ed ammette "Valutiamo eventuali offerte". I club che avrebbero la possibilità di prendere il campione del mondo a Germania '06 sono pochi, forse due. Il Paris Saint Germain di Carlo Ancelotti, allenatore con cui, almeno a parole, sembra esserci già feeling ed il City di Mancini, rifiutato però in due occasioni.

Nella prossima finestra di mercato potrebbe consumarsi dunque il clamoroso addio? Prandelli crede di no "Non mi intrometto nelle scelte del club, ma non penso che la Roma si privi di De Rossi", ha dichiarato il commissario tecnico a Collecchio, dove la Nazionale si è radunata.

"Mi dispiace che non sia qui, la punizione gli servirà per capire l'errore" ha dichiarato ancora l'ex allenatore della Fiorentina "Non ho alcun dubbio sullo spessore della persona, ha vissuto un momento di tensione, è troppo tifoso, innamorato della città e della maglia per cui gioca, per questo in certe occasioni va fuori giri".

E di De Rossi ha parlato pure Alessandro Florenzi, alla prima convocazione in Nazionale: "Daniele è un punto di riferimento, uno dei migliori talenti in circolazione e se lasciasse la serie A ne perderebbe tutto il movimento, non solo la Roma".

Lo difende anche Balzaretti: "Siamo tutti molto vicini a Daniele. Non deve essere il capro espiatorio per la sconfitta nel derby. In quella partita abbiamo sbagliato tutti. E' uno dei nostri leader, non penso vada via perché ha dimostrato voglia di restare".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020