Excite

Prandelli non fa sconti: out Balotelli e De Rossi, novità Parolo

Cesare Prandelli continua a dare grande esempio di linearità e coerenza nelle sue convocazioni e in occasione del doppio impegno dell'Italia sono due le vittime illustri del suo codice etico: si tratta del centrocampista della Roma Daniele De Rossi e dell'attaccante del Manchester City Mario Balotelli.

Dopo aver escluso in passato Antonio Cassano per i problemi avuti con la Sampdoria, tocca ora a De Rossi (per la pesante squalifica subita in Champions League con i tre turni ricevuti di stop dall'Uefa in seguito alla gomitata rifilata a Srna) e Balotelli (espulso per rosso diretto dopo il brutto fallo commesso in Europa League contro la Dinamo Kiev). Il campionato di Serie A sarà dunque fermo per le Nazionali con l'Italia che sarà impegnata il 25 marzo 2011 alle 20,45 contro la Slovenia nella sfida di qualificazione ad Euro 2012 e successivamente il 29 marzo 2011 alle 20,45 in un'amichevole in programma a Kiev contro l'Ucraina.

Oltre a De Rossi e Balotelli, viene lasciato a casa anche l'attaccante della Roma Marco Borriello, apparso in calo rispetto alle precedenti settimane mentre si rivede in azzurro il terzino del Cesena Davide Santon, nonostante non stia brillando con la propria squadra. Prima convocazione in assoluto con l'Italia invece per Marco Parolo, mediano del Cesena di Ficcadenti, che, come si legge sul sito ufficiale del Cesena, ancora non ci crede: 'Fino a due giorni fa non ci pensavo nemmeno, per me è un sogno che si avvera e ancora faccio fatica a crederci. Voglio ringraziare tutti i miei compagni di squadra che mi hanno permesso di arrivare fin qua, anche quelli della scorsa stagione. Ringrazio la società, su tutti il Presidente Campedelli che ha sempre creduto in me, senza dimenticare mister Ficcadenti e mister Bisoli, il team manager Fiorenzo Treossi , Gabriele Valentini e tutto lo staff'.

Per Marco Parolo si tratta della prima convocazione in una selezione nazionale e si tratta dell'unico debuttante nella lista dei 25 convocati da Prandelli mentre Santon, già capitano dell'Under 21, vanta già sei presenze nella nazionale maggiore, con l'ultima apparizione che risale al 17 novembre 2010 in amichevole contro la Romania a Klagenfurt: 'Sono davvero molto felice per questa convocazione, ringrazio il C.t. Prandelli per la fiducia e ringrazio anche il Cesena che mi ha permesso di ritrovare quella continuità necessaria per poter ambire alla nazionale - spiega Santon sul sito ufficiale del Cesena - L'ultima partita con l'Italia l'ho giocata lo scorso novembre in amichevole contro la Romania, ora mi sento bene e sono davvero soddisfatto per questa convocazione'.

Due dubbi tra i 25 convocati viste le precarie condizioni fisiche dei due interisti Andrea Ranocchia e Thiago Motta che si sottoporranno a dei test per capire se possono essere a disposizione in vista delle due gare.

Ecco la lista completa dei 25 convocati dal ct Cesare Prandelli:

PORTIERI: Gianluigi Buffon (Juve), Salvatore Sirigu (Palermo), Emiliano Viviano (Bologna);
DIFENSORI: Davide Astori (Cagliari), Federico Balzaretti (Palermo), Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini (Juve), Domenico Criscito (Genoa), Daniele Gastaldello (Samp), Christian Maggio (Napoli), Andrea Ranocchia (Inter), Davide Santon (Cesena);
CENTROCAMPISTI: Alberto Aquiliani e Claudio Marchisio (Juve), Stefano Mauri (Lazio), Riccardo Montolivo (Fiorentina), Thiago Motta (Inter), Antonio Nocerino (Palermo), Marco Parolo (Cesena);
ATTACCANTI: Antonio Cassano (Milan), Alberto Gilardino (Fiorentina), Sebastian Giovinco (Parma), Alessandro Matri (Juve), Giampaolo Pazzini (Inter), Giuseppe Rossi (Villareal).

Rammaricato ma tutto sommato cosciente dei propri errori il centrocampista della Roma Daniele De Rossi che commenta così a 'Sky' l'esclusione dall'Italia: 'Accetto con serenità l'esclusione dalla Nazionale perchè c'è un codice e le regole sono fatte per essere rispettate. Spero però che questa esclusione valga solo per una partita e mi auguro di tornare presto in azzurro. Prandelli non mi deve spiegazioni - aggiunge il mediano giallorosso - ripeto, quando ci sono delle regole vanno rispettate, io invece questa volta le ho infrante ed è giusto che resti a casa. La battuta che ho fatto sulla Nazionale e la mia stanchezza? L'ho fatta solo per sdrammatizzare'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020