Excite

Convocati Nazionale Italiana per i Mondiali 2014: c'è anche Giuseppe Rossi

  • Getty Images

Aggiorna articolo

Ecco gli uomini selezionati dal tecnico azzurro:

Portieri: Buffon, Sirigu, Perin e Mirante. Difensori: Chiellini, Barzagli, Bonucci, Paletta, Ranocchia, Maggio,De Sciglio, Pasqual, Darmian, Abate. Centrocampisti: Pirlo, De Rossi, Marchisio, Montolivo, Verratti, Candreva, Motta, Aquilani, Parolo, Romulo. Attaccanti: Balotelli, Rossi, Cerci, Immobile, Destro, Cassano, Insigne.

In attesa della lista dei 23 convocati ufficiali per i Mondiali di calcio in Brasile del 2014, oggi sono stati resi noti i nomi dei 31 giocatori venuti fuori dalla prima scrematura di Cesare Prandelli. Ci sarà il fantasista della Fiorentina Giuseppe Rossi, reduce dal lungo infortunio rimediato a inizio stagione in uno scontro di gioco, nella lista preparata dall'allenatore dell'Italia in vista del torneo brasiliano che prenderà il via il prossimo 12 Giugno.

I papabili per il Mondiale brasiliano secondo le previsioni di fine campionato

Alla spedizione sudamericana parteciperanno gli elementi di punta della Juventus neoscudettata e qualche outsider di lusso inserito in rosa al fotofinish dopo un appassionante ballottaggio durato diverse settimane, specialmente nei settori chiave del centrocampo e dell’attacco. Le novità, nel gruppo dei papabili per il Brasile, si chiamano Romulo, Cassano, Mirante (inserito come 31esimo) e Insigne, quest'ultimo preferito a Gilardino in extremis.

Difficile che il commissario tecnico della Nazionale rinunci al talento ed alla forza fisica di giocatori del calibro di Ciro Immobile, alla luce delle ultime convincenti prove in campionato dei più giovani candidati ad un posto nella rappresentativa azzurra che si batterà per far bella figura nell’assai impegnativo girone di qualificazione della prima fase della Coppa del Mondo. Sempre nel reparto offensivo, se da un lato inamovibile è la posizione di Mario Balotelli, dall’altro pochi tra giornalisti e addetti ai lavori sono stati in grado di prevedere le mosse del commissario tecnico dell’Italia nei giorni precedenti alla diramazione delle convocazioni ufficiali.

La freschezza e l’estro di Alessio Cerci potrebbero ben sposarsi con la concretezza da uomo di area del ritrovato bomber della Roma Mattia Destro, solo in parte penalizzato dalla squalifica per condotta violenta e simulazione a poche giornate dalla conclusione del campionato di serie A, mentre l'esclusione di Toni era nell'aria da tempo.

Blocco juventino per la retroguardia, quasi per la metà composta dai freschi vincitori dello scudetto dei record agli ordini di Antonio Conte e per il resto assortita in modo da tenere insieme calciatori di esperienza e giovani emergenti: Barzagli, Bonucci e Chiellini garantiranno continuità ai meccanismi difensivi, ma a loro saranno accostati i meno blasonati Paletta e De Sciglio, col dubbio Astori risolto in senso negativo, la conferma di Criscito e le chances offerte a Ranocchia e Darmian come alternative ai "senatori".

Tra i centrocampisti, indiscutibili rimangono le figure carismatiche di Daniele De Rossi e Andrea Pirlo, così come il giovanissimo playmaker Verratti e gli ormai esperti Candreva e Marchisio, ai quali vanno affiancati Montolivo e Thiago Motta, mentre la carta Florenzi è stata messa da parte all'ultimo momento, a beneficio di Aquilani e Parolo giudicati in grado di dare qualcosa in più del romanista sia a livello tecnico che tattico.

Per quanto attiene infine al capitolo portieri, Cesare Prandelli non ha nascosto l’incertezza sulla scelta delle riserve dell’unico punto fermo Buffon, con Sirigu e Perin avvantaggiati sul pur stimato estremo difensore del Parma Mirante che ha strappato una convocazione in qualità di membro aggiunto del gruppo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019