Excite

Leonardo spazza via le critiche: "Cosa vuol dire ciclo finito?"

Domani pomeriggio alle 18 l'Inter sarà di scena in casa del Cesena per il primo anticipo della 35° giornata di Serie A nel weekend che potrebbe celebrare il Milan campione d'Italia. Se i nerazzurri infatti non riuscissero a conquistare i tre punti contro la squadra di Ficcadenti, il Milan in casa avrebbe la possibilità di diventare campione d'Italia battendo il Bologna di Malesani.

Calcoli che Leonardo non fa visto che vuole chiudere al meglio una stagione che ha visto la grande rimonta dell'Inter in campionato dopo una partenza deludente (con Benitez in panchina) che però si è fermata sul più bello. Vietato parlare però di ciclo finito con Leonardo: 'Che cosa vuol dire ciclo finito? Che l'Inter nei prossimi anni non vincerà? Tante volte si mettono anche delle etichette che diventa un po' difficile capire. E io non riesco neanche a capire che cosa voglia dire ciclo finito: vuol dire che dobbiamo cambiare 25 giocatori in rosa? Oppure 15? No. Quindi, che ciclo finito è? Quando mai è successo in passato un cambiamento così? Anche del Milan allora si doveva parlare di un ciclo finito? Eppure rischia di vincere lo scudetto con tutti quelli che hanno vinto il ciclo di 4 anni fa. Sono cose che non hanno tanto senso. Noi ci basiamo sull'oggi: se questi giocatori fanno ancora quello che hanno fatto quest'anno, altro che ciclo finito. Siamo secondi in classifica, siamo in lotta per la Coppa Italia e sono già stati vinti un campionato del Mondo e una Supercoppa italiana, dopo aver vinto tutto negli ultimi cinque anni'.

Si parla di futuro con il tecnico dell'Inter che cerca di concentrare l'attenzione di tutti sul presente: 'Noi viviamo di risultati, tutti noi: credo che sia una cosa naturale. Ma io, sinceramente, non ci ho mai pensato al futuro, non ho mai avuto il pensiero 'se sarà, se non sarà'. Quello che posso dire, come ho già detto prima, è che io oggi mi sento tanto allenatore: le cose positive e negative che succedono ti possono rafforzare o indebolire, e io mi sento molto più forte come allenatore. Mi sento molto più forte rispetto a prima. Sono una metamorfosi che cammina, in cambiamento. È vero però che una base comunque rimane, dentro di me: quella di cercare un bel gioco, cosa che la gente vuole. Quanto al futuro, con l'Inter ho preso un impegno e sono sempre a disposizione. Io dubbi non ne ho, sono molto felice e ho voglia di andare avanti'.

Leonardo ha successivamente convocato 20 giocatori in vista di Cesena-Inter, gara valida per l'anticipo della 35° giornata della serie A in programma domani allo stadio 'Manuzzi' alle 18:

PORTIERI: 12 Luca Castellazzi, 21 Paolo Orlandoni, 92 Alberto Gallinetta;
DIFENSORI: 4 Javier Zanetti, 6 Lucio, 13 Maicon, 15 Andrea Ranocchia, 23 Marco Materazzi, 26 Cristian Chivu, 55 Yuto Nagatomo;
CENTROCAMPISTI: 8 Thiago Motta, 14 Houssine Kharja, 17 MacDonald Mariga, 19 Esteban Cambiasso, 20 Joel Obi, 29 Philippe Coutinho;
ATTACCANTI: 7 Giampaolo Pazzini, 9 Samuel Eto'o, 22 Diego Milito, 27 Goran Pandev.

 (foto © LaPresse)

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017