Excite

Di Natale sfida Cavani: "Capocannoniere? Lo lasci a me!"

Quattro giornate alla fine del campionato con l'Udinese che ancora è in piena lotta Champions League. Nessuno ad inizio stagione dopo la striscia di risultati negativi collezionati dalla squadra di Guidolin avrebbe mai immaginato di vedere la Juventus fuori dalle pretendenti con la formazione friulana ad una sola lunghezza di distanza dalla Lazio al 4° posto con lo scontro diretto da giocare la prossima settimana al Friuli.

Capitano, capocannoniere dell'Udinese e della Serie A, uomo simbolo e leader di una squadra con cui ha messo a segno finora 55 reti in campionato con le 29 dell'anno scorso e le 26 di quest'anno, Antonio Di Natale conosce perfettamente la situazione e sa quanto siano delicate le prossime due sfide: 'Nelle prossime due partite ci giochiamo nove mesi di lavoro. Ne siamo consapevoli e non dobbiamo sbagliarle. Fiorentina e Lazio rappresentano la cartina tornasole – chiarisce Di Natale come si legge sul sito ufficiale udinese.it – per poter capire in che posizione di classifica chiuderemo il nostro campionato. Sono due gare fondamentali per le nostre ambizioni e che dobbiamo affrontare con lo spirito e l’approccio giusto'.

Nonostante la sconfitta di domenica contro il Parma tra le mura amiche, Di Natale si mostra carico in vista del finale di stagione: 'Noi dobbiamo soltanto pensare a giocare. Poi a parlare ci penserà la società. Alcuni episodi ci sono girati contro, questo è vero, ma noi dobbiamo estraniarci da tutto e pensare soltanto a fare risultato. Se torno con la memoria ad inizio campionato, con un punto nelle prossime cinque gare, credo che per merito di tutti, dai giocatori, al tecnico, passando per la Società, abbiamo fatto un grandissimo lavoro. Ma non vogliamo fermarci qui. Vogliamo giocarci le nostre chances fino in fondo. Poi se invece di Champions sarà Europa League sapremo comunque di avere dato tutto quello che avevamo in corpo'.

Il discorso poi si sposta sul lato personale visto che Di Natale conduce la classifica marcatori con 26 reti a pari merito con il bomber del Napoli Edinson Cavani: 'Cavani è un grande giocatore, ma è tanto giovane e ha tanto tempo per diventare capocannoniere, per cui lasci a me questo titolo! A parte gli scherzi, quello che mi interessa davvero è stare bene per aiutare i miei compagni in questo rush finale importantissimo. Quanti punti servono? Non lo so, ma se mi dite che facciamo dieci punti, vincendo lo scontro diretto, ci metto la firma adesso'. Una firma d'autore quella di Antonio Di Natale che a 33 anni non ha ancora smesso di sognare e ha tutte le carte in regola per continuare ad essere protagonista.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020