Excite

Christoph Kramer, nessun ricordo della finale Germania-Argentina: memoria persa dopo l'infortunio

  • Getty Images

Christoph Kramer è un campione del mondo, protagonista in campo per mezz’ora nella finale Germania-Argentina, ma della “notte magica” di Rio de Janeiro il 23enne centrocampista tedesco non ricorderà mai nulla.

Germania campione del mondo per la 4a volta: un gol ai supplementari per entrare nella storia

Un violento colpo alla testa, privo di conseguenze serie a lungo termine come assicurato dai medici della nazionale di Loew, oltre ad aver costretto il giocatore teutonico ad abbandonare anzitempo il campo nel momento clou dei Mondiali, ha privato il titolare della squadra leader a livello mondiale della memoria, limitatamente ai 30 minuti di gioco contro Messi e compagni.

Il duro scontro di gioco poteva costare caro al calciatore del Borussia Moenchengladbach, che a distanza di un mese e mezzo dall’episodio ha concesso un’intervista alla rivista Focus per rivelare all’opinione pubblica, tedesca e internazionale, la sua particolare esperienza seguente all’infortunio durante la finalissima del torneo iridato.

L’orgoglio per la vittoria ai Mondiali rimane intatto, nonostante lo shock per il forte trauma subito nel contrasto con l’avversario Garay. Unico rammarico, non da poco, la totale perdita dei ricordi legati alla partita con l’Argentina.

(Un violento colpo alla testa mette ko Kramer durante la finale di Brasile 2014: il video)

Corteggiato da importanti club europei dopo il campionato del Brasile, Christoph Kramer è rimasto in Germania per disputare un altro campionato di alto livello nelle fila del Borussia M. e proseguire al meglio il cammino nella Nazionale allenata da Joachim Loew.

Età e talento sono decisamente dalla parte del campione tedesco, dimostratosi abile sia in fase di interdizione che al di là della linea mediana e per questo motivo considerato uno degli elementi più interessanti del calcio continentale grazie anche alla prestigiosa medaglia ottenuta a quest'estate in terra brasiliana.

Sull’infortunio di Kramer non è mancata la testimonianza di Nicola Rizzoli, arbitro chiamato a dirigere la finalissima di Rio de Janeiro e memore dello strano incidente occorso al centrocampista teutonico: “Quando andai a trovarlo dopo l’incontro, mi chiese se questa era la finale” ha rivelato ai giornalisti il fischietto italiano tornando sull’episodio del 13 luglio scorso.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2022