Excite

Champions, Juve fuori a testa alta

A testa alta. Così la Juventus esce dalla Champions League, pareggiando per 2-2 contro un Chelsea quadrato che ha fatto (nuovamente) del cinismo la propria arma principale. E se all'andata ai 'Blues' bastò un gol per ottenere un'importante vittoria, al ritorno sono bastate cinque conclusioni in porta (di cui due minuti nei recupero) per realizzare due gol.

Guarda le foto della partita

Vota il sondaggio: eliminazione giusta?

Un gol per tempo, realizzato ogni volta che la Juventus si era illusa di poter ambire alla qualificazione. Nella prima frazione, al 20', è Iaquinta a portare avanti i suoi, con un diagonale che fulmina Cech. Ma al 46', dopo un primo tempo di dominio territoriale dei bianconeri, arriva il gol del pari, realizzato da Essien, abile a ribadire in rete una conclusione di Ballack deviata sulla traversa. Nel secondo tempo la Juventus sembra meno convinta e al 25' rimane anche in dieci uomini: Chiellini viene ammonito per la seconda volta ed è costretto a lasciare il campo. Nonostante ciò, si riporta avanti al 29': Del Piero trasforma un rigore assegnato per mani in area di Ballack, spiazzando Cech. La Juventus, quindi, riprende a crederci. Ma al 38' è il rapace Drogba a realizzare il gol del definitivo 2-2 anticipando Buffon su uno splendido assist di Ballack.

Sono tutti d'accordo in casa Juve: il rimpianto non è legato a questo 2-2, ma ai 180' disputati nel complesso tra andata e ritorno. Il capitano dei bianconeri Alex Del Piero, intervistato da Sky, tende a sottolineare questo aspetto: "Il mio rimpianto riguarda tutti i 180 minuti giocati contro il Chelsea. Nell'arco delle due partite non credo che abbiamo demeritato. Però dobbiamo rispettare il verdetto del campo. Il Chelsea è più abituato di noi in questo momento a giocare certe sfide, ma non mi sento di recriminare niente a nessuno di noi. Abbiamo dato cuore e anima, poi questa sera come a Londra è andata come è andata...". Il numero dieci bianconero quindi aggiunge: "Il rammarico e la delusione sono forti. Siamo partiti subito molto bene, poi abbiamo lasciato un po' di campo al Chelsea. Peccato, se fossimo riusciti a chiudere il primo tempo sull'1-0 sarebbe stata una partita diversa".

 [in collaborazione con Calciomercato.it]

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017