Excite

Campionato alle porte, Juve e Milan e ci credono

13 giorni all’inizio del campionato, e sia Ferrara che Leonardo, hanno ben in testa quali devono essere gli obiettivi da raggiungere in questa stagione. Ferrara sa che la squadra che gli è stata data ha del potenziale altissimo, così come sa che la società vuole vedere la squadra alzare almeno un trofeo; allo stesso modo Leonardo è un po’ più felice dopo l’arrivo di Huntelaar, e dice di voler puntare in alto.

Ferrara fa i conti con gli assenti in attesa della partitella che vedrà opposte Juve A e B in un’amichevole casalinga di Villar Perosa e intanto pensa ai suoi giocatori che si spera possano rientrare al più presto, primo fra tutti Diego, per il quale si prospetta una mezz’oretta nel trofeo Tim, e poi Sissoko, per il quale il rientro è previsto per metà settembre se tutto andrà bene.

Intanto Zanetti se n’è andato alla Fiorentina, e Poulsen alla fine rimarrà proprio a causa di questa cessione, ma Ciro vuole il suo centrocampista più forte: "Sissoko starà fermo un mese e il suo recupero sarà più lento, mentre per Diego siamo più ottimisti e i tempi saranno brevi. Zanetti? Ha avuto questa possibilità di andare alla Fiorentina e di allungare la durata del suo contratto. Da parte mia, non c'è intenzione di trattenere chi non vuole restare o rimanere controvoglia. Nel ruolo siamo comunque coperti, anche perché a questo punto non andrà più via Poulsen. Christian si è sempre allenato con serietà e impegno e io mi sono anche complimentato con lui per la professionalità che ci ha messo nel ritiro di Pinzolo".

E allo stesso modo anche Leonardo è un po’ più fiducioso, anzi i suoi proclami parlano di scudetto, ma questo si vedrà con l’inizio del campionato: "Io credo che il Milan è sempre tra quelli che devono pensare allo scudetto, questo è il nostro Dna. – ha detto il tecnico rossonero - Per chi si trova in questa società è normale andare sempre in questa direzione perché è quello che abbiamo dentro, è quello che vogliamo. Credo che per diventare da scudetto dobbiamo dimostrare durante l'anno quello che possiamo fare".

L’arrivo di Klaas Jan Huntelaar poi potrebbe non essere l’unico sorpresa: "Il mercato è aperto fino al 31 agosto, credo che questi siano momenti importanti per valutare, per dire ciò di cui abbiamo bisogno. Credo che piano piano stiamo costruendo una squadra importante".

Se avremo tutte le nostre potenzialità a disposizione - continua Leonardo - saremo una grande squadra. Huntelaar? Sono molto contento, credo che sia l'attaccante, il bomber, l'uomo di aerea, che fa la torre, che tiene la palla e che dà profondità. Quello che ci serviva. Lui è bravo anche di testa e può diventare un riferimento importante nel nostro attacco. Quello che arriva è un giocatore molto serio - conclude - un grande professionista, che lavora tanto".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020