Excite

Camoranesi: "L'inno azzurro? Non rompetemi il...."

Della serie: grazie tante per il piacere.
Mauro German Camoranesi ha parlato in questo modo sul quotidiano argentino Olè della nostra Nazionale e della Juventus: "Sono tre anni che i giornalisti italiani mi rompono il c**** con il loro inno. Che la finiscano di scassare. E poi non è vero che ho preferito l'Italia all'Argentina: semplicemente il ct Trapattoni mi chiamò due mesi prima di Bielsa".

"La Seleccion", ha proseguito l'oriundo, "non è mai stata una priorità per me e su questo sono state dette un sacco di str****. Nell'Argentina avrei potuto tranquillamente giocare da titolare, perché bisogna ammettere che certi nazionali sono dei veri scarponi". Della serie: vado dove ho più possibilità di mettere i piedi in campo, altro che inno non cantato.

Capitolo Juve. L’italo-argentino ha ribadito le accuse alla Juve che, in estate, lo costrinse a restare in B, sollevando anche dubbi su calciopoli: "Credete davvero che io penso a queste str**** di partite truccate quando scendo in campo? Per quanto riguarda la Juve, che vuoi che dica, mi sono rotto di giocare a questi livelli e di pagare le c**** che hanno fatto gli altri. Io volevo andarmene la scorsa estate ma non mi hanno lasciato andare. Ero d’accordo con il Lione, ma mi hanno obbligato a restare. Ho 30 anni e sto giocando in serie B, diciamo che non è proprio quello che sognavo a questo punto della carriera. C’è una cosa buona, almeno: abbiamo tutte le domeniche libere".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017