Excite

Calcioscommesse, indagini su Sampdoria-Genoa. Miccoli interrogato

  • Infophoto

L'inchiesta sul calcioscommesse regala nuovi, amari, capitoli. Stavolta a finire nell'elenco delle già numerose partite sotto indagine, è niente di meno che il derby della lanterna, per la precisione il Genoa-Sampdoria giocato l'8 maggio 2011 e vinto 2-1 dai grifoni.

Così come riportano diversi quotidiani (Gazzetta dello Sport, Repubblica), che a loro volta citano fonti investigative, a tirare in ballo la gara più sentita dagli sportivi genovesi sarebbe l'ultrà rossoblù Massimo Leopizzi che, in una conversazione raccolta all'interno di una intercettazione, avrebbe spiegato inquietanti dettagli su quel derby.

In particolare, ci sarebbe stata una colletta tra i calciatori della Sampdoria, all'epoca dei fatti reduce da una serie di risultati negativi ed in caduta libera verso la serie B, per comprare e vincere la partita. Anche Criscito sarebbe coinvolto nella faccenda e per questo oggetto di perquisizione nei giorni scorsi a Coverciano.

I dubbi non mancano: la cifra che parrebbe essere stata sborsata dai blucerchiati sarebbe considerata troppo alta dagli inquirenti e, se effettivamente è andata così, perché i rossoblù, al termine di una partita tirata e tesa, poi la spuntarono? (Gol di Floro Flores, Pozzi e Boselli al 97') Intanto sono giunte le dichiarazioni di Mimmo Criscito.

"Voglio ribadire che sin da subito mi sono dichiarato a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per chiarire eventuali dubbi degli Investigatori. Io non ho mai partecipato ad alcuna combine né a riunioni per truccare partite e nulla ho mai saputo né di chiacchiere né di ipotesi di collette".

"Ho spiegato perché mi sono recato in un pomeriggio in un ristorante di Genova ad incontrare alcuni tifosi proprio per ribadire che nel derby io avevo dato il massimo. Ho già pagato un prezzo altissimo e ingiusto per tutte queste voci essendo stato costretto a lasciare la Nazionale".

Intanto ieri la procura federale ha sentito il difensore Daniele Portanova e l'attaccante Fabrizio Miccoli in merito, rispettivamente, a Bologna-Bari 0-4 e Palermo-Bari 2-1 della stagione 2010/2011.

Nelle scorse settimane il calciatore rossoblù aveva ammesso davanti ai magistrati baresi di "essere stato avvicinato da amici di Andrea Masiello che facevano strani discorsi e battute sulle quotazioni della partita".

Miccoli è stato tirato in ballo da Gervasoni. In quella partita l'attaccante sbagliò un rigore "volontariamente provocato" confessò l'ex difensore del Piacenza "Miccoli non sapeva nulla della combine".

Portanova ha dribblato il nugolo di cronisti e taccuini che lo attendevano all'uscita dagli uffici di Via Po, mentre Miccoli invece si è detto "tranquillo, anche se non mi aspettavo questa convocazione".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017