Excite

Calcioscommesse: Doni inguaia Cassano

  • Infophoto

Nuova giornata cruciale del calcioscommesse con l'interrogatorio di Cristiano Doni che mette nei guai Mario Cassano, portiere del Piacenza, in occasione della partita Atalanta - Piacenza del 19 marzo 2011, terminata 3 a 0 per i bergamaschi, con due rigori siglati da Doni.

Interrogato dal procuratore capo di Cremona Roberto Di Martino, Cristiano Doni ha tirato in ballo Mario Cassano, con il quale ha concordato i due rigori siglati e realizzati in Atalanta-Piacenza, dopo i falli molto “sospetti” di Zenoni e di Gervasoni, uno dei nomi caldi dello scandalo calcioscommesse, più volte interrogato nelle scorse settimane.

Video Atalanta-Piacenza 3-0: i rigori "sospetti" di Doni

L'avvocato dell'ex leader del'Atalanta dichiara che : "Doni ritiene di non avere mai fatto nulla contro la squadra, di non essere un giocatore corrotto, uno che si è venduto le partite, ma di avere sempre giocato per vincere. La consapevolezza da parte di Doni che qualche partita fosse con un risultato già acquisito per altra via -probabilmente lui non avrebbe neanche dovuto averla". Il legale prosegue ,sostenendo che Doni "sia amareggiato dal gelo molto forte dei tifosi bergamaschi. L'Atalanta era il suo mondo, non aveva vita sociale che non fosse collegata alla squadra, alla società e alla città".

Al termine dell'interrogatorio di Doni, il pm Di Martino fa sapere che: "Alcuni accertamenti tecnici effettuati hanno permesso di avere conferme sui sospetti attorno ad alcune partite al centro dell'inchiesta, anche di Serie A", che mettono di fatto in cattiva luce l'attaccante Corvia del Lecce e alcuni calciatori di Lazio-Genoa.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017