Excite

Calcioscommesse, Antonio Conte: "Combine? Ai miei giocatori avrei staccato la testa"

  • Getty Images

Nell'ambito dell'indagne sul calcioscommesse, la Procura ha chiuso l'indagine e si prepara a chiedere il rinvio a giudizio per frode sportiva per 36 persone, tra i quali 27 calciatori (tutti ex calciatori del Bari).
Le notiche fanno riferimento alle presunte combine attuate nelle stagioni 2007-08 e 2008-2009, riferite in particolar modo a due partite: Salernitana-Bari del 23 maggio 2009 e Bari-Treviso del 10 maggio 2008.

Nel frattempo, sono state rese pubbliche le dichiarazioni di Antonio Conte davanti aal procuratore di Bari, Antonio Laudati, e ai pm Ciro Angellilis e Giuseppe Dentamaro, durante gli interrogatori dei mesi scorsi.

Conte ha spiegato ai magistrati come mai non si sia accorto di nulla: "Non mi sono mai accorto di qualcosa di anomalo accaduto intorno alla squadra del Bari, nel periodo in cui l’ho allenato. Se avessi saputo di gare truccate, ai miei giocatori avrei staccato la testa”.

Sulla partita tra Salernitana-Bari, Conte ha fatto riferimento al sospettabile gemellaggio tra le due tifoserie: "L’anomalia che ho riscontrato è stata che quando la Salernitana segnava si abbracciavano i tifosi della Salernitana con quelli del Bari”, mentre su Bari-Treviso: “drizzai le antenne sia perché eravamo salvi sia perché nel Treviso c’erano tanti ex calciatori del Bari”, precisando ai magistrati il suo modo di interfacciarsi con i suoi calciatori: “Sono un allenatore che non è amico dei calciatori. Per questo motivo si crea distanza tra me e i calciatori. I calciatori quando vogliono chiudere la porta lo fanno. In quel caso l’allenatore non entra”.

Video Conferenza Integrale di Antonio Conte del 23 agosto 2012

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019