Excite

Calciopoli, Moggi scrive a Elkann

'Tutti parlavano con i designatori non solo io'. Le intercettazioni inedite del caso Calciopoli rinvigoriscono Luciano Moggi. L'ex dg juventino torna alla carica, nel mirino finisce John Elkann, attaccato in una lettera che sarà pubblicata domani dal quotidiano 'Libero'.

Calciopoli, vota il sondaggio

IL COMUNICATO - La Juventus ha reso noto di seguire attentamente l'evoluzione della vicenda Calciopoli. 'Nel pieno rispetto delle attivita' riguardanti processi in corso' si legge nella nota 'la Juventus valutera' attentamente con i suoi legali l'eventuale rilevanza di nuove prove introdotte nel procedimento in atto a Napoli al fine di garantire, in ogni sede sportiva e non, e come sempre ha fatto, la piu' accurata tutela della sua storia e dei suoi tifosi'

LA LETTERA DI MOGGI - Una presa di posizione assai tardiva,secondo l'opinione di Moggi, che accusa Elkann di non aver difeso la vecchia dirigenza bianconera. 'Caro Elkann, con questo suo inaspettato e tardivo ravvedimento, mi ricorda l'Innominato dei Promessi Sposi...Lei addirittura ha accusato me e Giraudo di comportamenti illeciti in ambito economico-gestionale, poi puntualmente smentiti dal giudice. Quell'assoluzione vale per Lei come una condanna'.

MORATTI - Il presidente nerazzurro ha liquidato con una sola, ficcante, battuta, l'intervento della Juventus sulle 'nuove' intercettazioni'Il comunicato della Juve? Fatti loro...'. Per l'ad interista Ernesto Paolillo si stanno spendendo 'troppe parole insensate'.

AMBROSINI - Il centrocampista del Milan, presente a 'Champions for children', festa di beneficenza organizzata dal collega di squadra e centrocampo Clarence Seedorf, non si è tirato indietro quando gli è stato chiesto di calciopoli/bis: 'Giusto fare chiarezza,ma siamo solo agli inizi'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018