Excite

Bologna-Lazio senza gol, l'Udinese batte la Sampdoria con Di Natale

  • Getty Images

La Lazio di Petkovic chiude la sedicesima giornata della Serie A rendendo visita al Bologna. I capitolini con una vittoria potrebbero arrivare a ridosso delle primissime posizioni della classifica in piena corsa per un posto in Champions League e per sognare qualcosa in più. Il tecnico biancoceleste deve fare a meno, almeno inizialmente, di Miroslav Klose ed al centro dell’attacco schiera Kozak, alle sue spalle il centrocampo a cinque con Mauri, Gonzalez, Ledesma, Hernanes e Candreva. La difesa ruota intorno a Biava e Ciani con Radu e Cavanda sulle fasce. In porta c’è Marchetti.

Pioli affida le speranze di vittoria al duo formato da Diamanti e Gilardino. È proprio il fantasista emiliano il primo a sfiorare la rete con una girata in area che termina di poco a lato quando sono passati appena tre minuti. La Lazio testa le acque con qualche tiro dalla distanza e poi affonda il colpo con Candreva al minuto tredici. L’esterno della nazionale si incunea in area e fa partire un tiro che Agliardi devia in angolo con una bella parata.

>Guarda i video con i gol di Sampdoria-Udinese e Bologna-Lazio

E’ una partita aperta ma le occasioni da rete latitano da una parte e dall’altra. Per vedere un’altra occasione da gol, però, bisogna attendere l’ultimo minuto del primo tempo. La Lazio è in avanti per un calcio di punizione, sugli sviluppi la palla termina a Ciani che crossa. Biava sfoggia un movimento da centravanti ed anticipa tutti sul primo palo. La girata del difensore trova Agliardi pronto alla parata.

Anche il secondo tempo inizia con il Bologna più brillante della Lazio. I felsinei però riescono solo a provocare qualche mischia in area. In sostanza Marchetti non è costretto a sporcarsi i guanti neanche una volta. Il Bologna, però, insiste e al sessantesimo sfiora la rete con una conclusione di Guarente che sibila poco distante dal palo alla sinistra di Marchetti. Passano tre minuti ed un cross radente di Taider non trova pronti alla deviazione né Kone né Gilardino. Il predominio dei padroni di casa è totale ma i tiri in porta non si vedono. A tredici minuti dal termine Petkovic butta nella mischia Klose per Candreva nel tentativo di alleggerire la pressione.

Il cambio non sortisce gli effetti sperati. Il Bologna non ha più la foga dei primi minuti della ripresa ma riesce a mantenere tranquillamente il controllo del match. L’occasione migliore è per Gilardino che però non va oltre un tiro cross che attraversa tutto lo specchio della porta. All’ottantaseiesimo Kozak trova il modo di farsi espellere per doppia ammonizione. I capitolini giocano gli ultimi quattro minuti con un uomo in meno. Al novantesimo il Bologna sfiora il gol vittoria con un siluro dalla distanza di Pasquato che Marchetti riesce a deviare in tuffo. E’ l’ultima emozione di un match che ne ha regalate col contagocce. Un punto che muove la classifica di entrambe anche se dalla Lazio ci si aspettava di più.

Nell’altro posticipo l’Udinese si è imposta per due a zero sul campo della Sampdoria. Per i friulani è la seconda vittoria consecutiva e soprattutto la squadra di Guidolin ha dato concreti segnali di ripresa. I gol sono arrivati entrambi nella prima frazione di gioco. Prima Danilo, secondo gol stagionale per lui, ha messo in rete di testa un bel calcio d’angolo di Totò Di Natale e poi lo stesso bomber napoletano ha siglato la sua nona rete stagionale approfittando di un rimpallo. Nella ripresa la foga della Sampdoria si è spenta sul calcio di rigore che Brkic ha parato a Pozzi quando mancavano venticinque minuti al termine. L’Udinese si rilancia nella lotta per un posto in Europa League.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020