Excite

Black-out in tv, Uefa chiede scusa

Polemiche dopo il triplo-stop avvenuto durante la tramissione della semifinale Germania-Turchia. L'Uefa chiede scusa e assicura che non si ripeterà il problema, la tv tedesca decide di farle causa.

Alexandre Fourtoy, direttore generale di Uefa Media Technologies, ha spiegato cosa è successo: "L'International Broadcast Centre ha sede a Vienna ed è da qui che si snodano le trasmissioni. In conseguenza di un violento temporale durante il secondo tempo della partita, si sono verificate tre micro interruzioni inferiori al millesimo di secondo ma tali da provocare il riavviamento della nostra 'master control room'. Tale operazione necessita di alcuni minuti, da qui l'interruzione del segnale".

"Il sistema di sicurezza non ha funzionato correttamente - continua Fourtoy - mancando di individuare l'interruzione di elettricità e di passare alla potenza di riserva. La corrente elettrica è stata testata secondo le procedure industriali prima del torneo e funzionava perfettamente fino a ieri".

La Rai, che ha mal affrontato l'emergenza ricordandosi solo alla fine di collegarsi telefonicamente con i telecronisti, ha diffuso una nota: "Ieri sera l'Uefa, quale host broadcaster, ha inviato a tutti gli enti televisivi una lettera ufficiale di scuse e ha successivamente fornito tutte le immagini del secondo tempo. Questa mattina ha informato che è stato predisposto un sistema per evitare il ripetersi di questo incidente nelle prossime partite. La Rai si è riservata di agire a tutela dei propri diritti".

Infuriata la tv tedesca Zdf, che pure ha potuto sopperire al black-out utilizzando le proprie strutture a Basilea: "Questa cosa non finisce qui", ha tuonato il capo del servizio sport della rete, Dieter Gruschwitz. Possibile dunque che i tedeschi faranno causa contro l'Uefa.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017