Excite

Arsenal Milan 3-0: il Milan passa, ma che paura!

  • Infophoto

L'Arsenal domina il Milan per 3-0 e sfiora l'impresa, ma è il Milan a qualificarsi ai quarti di finale, forte del 4-0 dell'andata.

Quella di Londra è la partita che non t'aspetti.
Lo aveva detto ieri mattina Arsène Wenger in conferenza stampa: "Se il Milan ci ha segnato quattro gol, lo possiamo fare anche noi, no? Sappiamo che possiamo disputare una buona gara. Servirà un'impresa, ma ogni giocatore le sogna".

E l'Arsenal aggredisce il Milan a tutto campo, segnando 3 gol nei primi 45 minuti. Nella ripresa la musica cambia, con un Milan meglio disposto in campo, che si qualifica ai quarti per il rotto della cuffia.

Nei primi 45 miminuti, gioca completamente in balìa di un avversario rognoso e agguerrito che lo tiene lontano dal centrocampo.

Subisce il primo gol al 6° con un colpo di testa imperioso di Koscielny che buca la porta difesa da Abbiati.

Il Diavolo non riesce a reagire e punta su un possesso di palla con lanci orizzontali che non fanno precludere nulla di buono. E al 26° arriva il gol del 2-0, grazie ad un rinvio maldestro di Thiago Silva (anche lui sbaglia qualche volta), che serve involontariamente Rosicky, che batte a rete per il 2-0.

Il 3-0 arriva al 43° grazie ad un rigore trasformato da Van Persie. Si va al riposo con squadra e tifosi rossoneri atterrìti che rivedono vecchi fantasmi del passato, come la finale di Champions League contro il Liverpool a Istanbul e la sfida contro il Deportivo La Coruna di qualche anno fa.

Nel secondo tempo, il Milan scende in campo più concentrato, ma rischia il poker con Van Pierse che da pochi passi non riesce a battere Abbiati, che salva porta e risultato.

La stanchezza si fa sentre per la squadra di Wenger, che cede il passo alla manovra del Milan, che sfiora il gol con Ibrahimovic e Nocerino.

Termina 3-0 per l'Arsenal che qualifica il Milan ai quarti di finale.

Migliore in campo è il ceco Rosicky per l'Arsenal. Nelle fila rossonorere, è una serata da dimenticare per tutta la squadra, con le sole eccezioni di Abbiati (che salva il risultato), Mexes, Van Bommel e Ibrahimovic.

Mister Allegri è alquanto diplomatico ai microfoni di Sky: "Non passare il turno stasera sarebbe stato un brutto colpo. Dopo il 4-0 dell'andata avrebbe fatto male. Ma l'obiettivo è stato raggiunto ed è quello che conta. Abbiamo sbagliato tecnicamente la partita, giocavamo troppo lenti la palla. Paradossalmente il primo tempo mi è sembrato la partita di Torino contro la Juventus. Pensavamo di gestire la palla in questo modo, ma così non si gestisce".
Dispiace per la sconfitta. Non eravamo impauriti. Venivano fortunatamente da un risultato importante dell'andata. Stasera avevamo anche giocatori con poca esperienza internazionale, ma nel secondo tempo quelli di maggiore esperienza hanno preso in mano la squadra e l'hanno portata in fondo
".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017