Excite

Arrestato il presidente del Potenza

Giuseppe Postiglione, 27 anni, da 3 presidente del Potenza, è stato arrestato stamane dai Carabinieri su ordine del Gip del capoluogo lucano, Rocco Pavese, su richiesta del pm della Dda potentina, Francesco Basentini.

L'indagine riguarda un giro di scommesse illecite, tra cui una puntata sospetta su Ravenna-Lecce,giocata il 26 aprile 2008, finita con il risultato di 3-1 in favore della squadra pugliese e per la quale Postiglione avrebbe incassato 86mila euro. Nel mirino degli inquirenti anche 7 partite del campionato di prima divisione 2008/2009.

Insieme a Postiglione, sono state arrestate altre 8 persone. In cella è finito anche il boss Antonio Cossidente, secondo gli inquirenti responsabile diretto, insieme al presidente del Potenza, dell'organizzazione che ha messo in atto il presunto giro di scommesse.

"Posso dire soltanto che si è trattato di un'indagine molto complessa" ha dichiarato all'Ansa il comandante provinciale dei Carabinieri di Potenza, tenente colonnello Domenico Pagano "Dove non era possibile ottenere un risultato a tavolino in modo tranquillo, la banda condizionava la gara individuata attraverso la violenza e le intimidazioni. Non si parla solo di scommesse, le indagini sono iniziate nel 2007, non posso aggiungere altro".

LA SALERNITANA E QUEI 150MILA EURO - Tra le partite finite sotto la lente d'ingrandimento ci sono Potenza-Gallipoli (6 aprile 2008) e Potenza-Salernitana (20 aprile 2008)"sono stato il frutto di un piano criminale", si legge nell'ordinanza di applicazione di misure cautelari.Secondo gli inquirenti "in occasione della prima partita si sono verificate una serie di azioni violente che hanno costretto la squadra pugliese a subire la sconfitta, mentre prima della seconda partita Postiglione e il suo gruppo hanno combinato a tavolino con la dirigenza della squadra campana la vittoria della Salernitana, ottenendo un premio di 150 mila euro".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020