Excite

Arrestato il presidente del Parma Giampietro Manenti: inchiesta antiriciclaggio della GdF

  • Twitter

di Raffaele Natali

Svolta clamorosa relativo al caso Parma: questa mattina il presidente del club ducale Giampietro Manenti è stato arrestato nell'ambito di un'operazione condotta dalla procura di Roma. L'accusa che ora pende sul numero uno dei gigliati è di riciclaggio di capitali illeciti: insieme a lui, sono state arrestate altre 21 persone con accuse di associazione a delinquere, frode informatica, utilizzo di carte di pagamento clonate, riciclaggio e autoriciclaggio aggravato dal metodo mafioso.

Parma, fallimento ad un passo: le notizie

Il Nucleo tributario della Guardia di Finanza di Roma sta proseguendo l'operazione: in questo momento sono in corso nuove perquisizioni nelle abitazioni e negli uffici degli accusati: le Fiamme Gialle, coordinate dai procuratori aggiunti Rossi e Prestipino, hanno scoperto anche la complicità di funzionari di banca, corrotti per nascondere le losche attività di hackeraggio. Non tutte le operazione di trasferimento di denaro riuscivano a fare il percorso sperato dai malfattori, spesso i soldi tornavano indietro. Quando la 'donazione' andava in porto, il Parma lo registrava alla voce sponsorizzazioni.

Guarda la prima conferenza stampa di Giampietro Manenti

Un'evoluzione inattesa, sebbene nelle ultime settimane tanti erano stati i dubbi sorti sulla credibilità di Manenti: le sue promesse di salvataggio della società non hanno trovato minima conferma nei fatti, con tutto lo staff, compresi i gocatori, che è ancora in attesa del pagamento delle mensilità arretrate. Oltretutto, alcune indagini giornalistiche avevano scovato la sede della sua Mapi Group in Slovenia, di fatto costituita da un casale diroccato.

Un incubo senza fine per una delle società più gloriose degli ultimi venti anni: a questo punto l'auspicio è che dopo la richiesta di fallimento, si possa fare chiarezza ed impostare un progetto futuro di rinascita del club.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017