Excite

Angeleri verso la Lazio

La Lazio avrebbe finalmente strappato da Marcos Angeleri il sì al trasferimento in biancoceleste. Il difensore argentino ha accettato l'offerta di Claudio Lotito e a giugno sarà quindi un nuovo giocatore della Lazio. Il contratto sarà di quattro anni e le visite mediche dovrebbero essere effettuate entro pochi giorni.

La Roma si sta muovendo in silenzio alla ricerca della punta adatta per completare il reparto offensivo. Secondo "Il Messaggero" i giallorossi continuano il loro pressing sull'attaccante dell'Udinese e della Nazionale Fabio Quagliarella, diventato l'obiettivo principale al posto di Sergio Floccari. Da tempo sull'ex doriano c'è però la Juventus, a cui Pozzo ha risposto che non lascerà partire il bomber napoletano per meno di 15 milioni di euro.

Gabriele Savino, procuratore dell'attaccante del Treviso Zigoni, è intervenuto ai microfoni di stadionews.it. "Gianmarco non ha rifiutato Palermo. D'accordo con la famiglia abbiamo deciso di farlo restare a Treviso, il ragazzo non si è sentito di fare una scelta del genere in questo periodo. La famiglia preferisce fargli terminare l'anno scolastico vicino casa. Se l'opzione Palermo si fosse verificata prima sono sicuro che sarebbe stata portata avanti con successo. Il problema è che la trattativa è uscita fuori all'improvviso e la famiglia d'accordo con il giocatore ha preferito rimandare una decisione così importante a giugno. Palermo piazza gradita? Certamente, è una delle migliori piazze d’Italia. Saremmo pazzi a rifiutare un'occasione del genere. Ci hanno chiamato molte società: oltre al Palermo, Sampdoria, Inter, Atalanta, Udinese e Fiorentina hanno chiesto informazioni. Il giocatore ha però rifiutato qualunque possibile scenario. Io penso che il Palermo possa essere la società giusta per poter crescere. Ricorda Van Basten? E' sicuramente un paragone eccessivo, non è il caso di responsabilizzare così il giocatore. Anche se è un ragazzo di grande carattere non si può paragonarlo a un giocatore come Van Basten".

Anche oggi, dalle colonne del "Corriere dello Sport", Beckham ha proseguito il suo corteggiamento al Diavolo rossonero. "Ho detto in maniera chiara quello che penso. Voglio restare al Milan perché ho ritrovato me stesso come calciatore. Nemmeno io pensavo che la situazione potesse diventare positiva in così breve tempo. - ha detto Beckham - In questo momento il Milan è più importante dei soldi. Voglio pensare prima di tutto al calcio, alla mia carriera. Non ho ancora parlato di persona con il Galaxy, ma qualcuno lo sta facendo per me. Ma sono molto speranzoso che possa essere trovato un accordo". Solo Milan, quindi, con l'obiettivo di raggiungere i Mondiali 2010. "Ero quasi sicuro di trovarmi bene al Milan, ma non mi sarei mai aspettato di potermi divertire così tanto. L'approccio negli allenamenti e l'impatto ambientale qui al Milan sono le situazioni più belle che mi sono capitate da quando gioco a calcio. Ancelotti è un tecnico importante, già quando entri nello spogliatoio inizi a percepire un'atmosfera importante. Voglio essere ceduto in maniera definitiva al Milan per avere la possibilità di giocare con continuità ed essere poi inserito nel gruppo che andrà ai Mondiali 2010". Beckham vuole il Milan e il Milan vuole Beckham: i Galaxy si arrenderanno?

 [in collaborazione con Calciomercato.it]

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017