Excite

Allegri, dimissioni? Choc dopo Milan-Psv: "Potrei andare via". Poi la marcia indietro, "Scherzavo"

  • Getty Images

Non c'è pace per il Milan. I rossoneri non riescono a godersi la meritata qualificazione ai gironi di Champions League. Le tribolazioni, stavolta, arrivano dalle dichiarazioni di Massimiliano Allegri, rilasciate al termine del perentorio 3-0 con cui i meneghini hanno spazzato via le speranze del Psv Eindhoven, insieme ai dubbi sullo spessore del Diavolo, edizione 2013/2014.

Milan-Psv, guarda le foto

Perennemente sulla graticola, Max si è sfogato così ai microfoni di Mediaset: "Stasera sono polemico, non parlo della partita perché ho letto cose che non mi sono piaciute. Ci vuole rispetto per il lavoro che faccio, ma da quando sono al Milan questo non è mai avvenuto. All'interno, dal presidente alla squadra e passando per Galliani, remiamo tutti dalla stessa direzione, fuori no. All'esterno si divertono a pontificare e ad emettere giudizi, a scrivere certe cose".

"Dico certe cose" ha continuato l'allenatore del Milan "Perché arrivati ad un certo punto bisogna mettere dei paletti. Ora, siccome stasera la stagione è chiusa, magari giovedì mattina do le dimissioni. Voglio allenare fino a 60 ani, ma certe cose proprio non mi vanno giù. Ringrazio i ragazzi per l'ottima prova, il Psv non era uno scoglio facile da superare".

Al termine della burrascosa intervista, Allegri ha avuto un fitto colloquio con Adriano Galliani e Barbara Berlusconi. Dopo qualche minuto il tecnico è ritornato davanti a microfoni, telecamere e taccuini per chiarire.

"Ho letto che con la partita di oggi si sarebbe chiusa la stagione scorsa...ecco perché ho detto quelle cose.Era una battuta, magari qualcuno non laprende come battuta e fa confusione, anche se ogni tanto un po' di confusione ci vorrebbe proprio".

MERCATO - Con la qualificazione in Champions League, il Milan avrà un po' di margini di manovra sul mercato, grazie al cospicuo indennizzo Uefa. I nomi sul taccuino dell'Ad Galliani restano Honda e Matri.

Proprio il ventilato acquisto dell'attaccante juventino è finito nel mirino della Curva Sud, il cuore del tifo rossonero, che ieri sera, a tal proposito, ha esposto un inequivocabile striscione. "Matri? No grazie". "Con tutto il rispetto per la tifoseria", ha puntualizzato Galliani "il mercato lo facciamo noi. Serve un centravanti".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020