Excite

Alla scoperta degli hooligans di oggi

Le botte fra tifoserie avverse in prossimità degli stadi sono ormai antiquati.
Basta con coltelli, bombe carta, bastoni: si torna all'antico.
I teppisti italiani da stadio di oggi, quello che allo stadio ci vanno non per tifare ma per menare, hanno cambiato stile. Il merito? Degli hooligans inglesi.

Ormai ultras del Torino, della Roma, della Lazio e del Verona vanno in Inghilterra a studiare come diventare dei teppisti moderni.
La nuova moda è partita. Il 'tifoso' italiano fa la valigia e grazie ai voli low cost va oltre Manica a studiare da hooligan alla ricerca dello scontro fisico. .

"Certo i controlli allo stadio ci sono anche lì. Ma fuori, davanti ai pub, succede di tutto", dice Francesco, tifoso del Torino, a La Stampa.
Ed è così che le nostre frange violente da stadio emigrano tre sabato all'anno in Inghilterra per imparare come fare a botte: dieci contro dieci, senza la polizia di mezzo.

Gli hooligans da studiare, però, non sono quelli delle prime della classe in Premiership, ma due compagini di secondo piano che, tuttavia, hanno i tifosi fra i più violenti in Europa: West Ham e Millwall.
"All'inizio sei visto con sospetto", racconta sempre Francesco, "ma appena conquisti la loro fiducia c'è un posto assicurato nel settore. Come? Stare in prima fila durante uno scontro".

Quindi capita sempre più di frequente di trovare ultras pendolari che, alla faccia dei loro lavori modesti e di una famiglia a carico, prendono e partono appena c'è una partita considerata a rischio in Inghilterra, magari la partita da bollino rosso per eccellenza: Millwall-West Ham.
La cosa curiosa è che spesso ultras veronesi, granata, laziali e romanisti si ritrovano in mezzo ai tafferugli fra hooligans "combattendo" spalla a spalla.

E' cambiato anche l'approccio alla zuffa: via le giacche militari o i bomber, dentro abiti firmati, Lacoste e Stone Island in primis.
La cosa più divertente che accade in Italia, invece, è rappresentata dal modo di scontrarsi con l'avversario: non più mega risse a ridosso dello stadio, ma appuntamenti fissati via telefonino, come è avvenuto poco tempo fa, durante Roma-Bruges.
Della serie: "Se volete fare a botte, fateci uno squillo"

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017