Excite

Wiki Excite: Alexis Sanchez

Alexis Sanchez, nato a Tocopilla (Cile) il 19 dicembre del 1988, è il secondo personaggio che andiamo ad analizzare insieme dopo l'esordio con Andrea Bertolacci del Lecce. Ricordiamo che la nuova rubrica 'Wiki Excite' andrà a scovare giocatori poco noti o giovani promesse da tenere in grande considerazione nell'appuntamento settimanale che sarà ormai fisso per i nostri numerosi lettori. Uno spazio ricco di curiosità e aneddoti che renderà la scheda di un calciatore più accattivante ed originale.

Scopri la prima puntata della rubrica 'Wiki Excite' su Andrea Bertolacci

Biografia e carriera

Sanchez nasce e cresce nella città di Tocopilla in Cile facendosi notare quando militava nel Cobreloa, con cui gioca 46 gare mettendo a segno ben 12 reti alla tenera età di 17 anni. Qui nasce il soprannome 'El Nino Maravilla' ('il ragazzo prodigioso') con cui poi tutto lo chiameranno approdato in Europa. Gli attenti osservatori dell'Udinese lo seguono per poi acquistarlo ma girarlo in prestito prima al Colo-Colo (5 gol in 32 gare) e poi al River Plate (4 reti in 23 partite). Nell'estate del 2008 l'Udinese lo riporta in Italia rifiutando una clamorosa offerta di 20 milioni di euro da parte del Manchester United di Ferguson.

Guarda la FOTOGALLERY: gli scatti più belli di Alexis Sanchez

Nasce curiosità intorno a Sanchez che nei primi due anni con l'Udinese non dimostra di valere il prezzo rifiutato dalla società friulana: nel primo anno italiano mette a segno soltanto 3 reti in 43 partite disputate, l'anno scorso sono 6 i gol totali tra campionato e coppa in 35 apparizioni complessive. L'Udinese continua a credere nell'esplosione del giovane attaccante cileno che arriva durante la stagione 2010-2011 grazie al tecnico Francesco Guidolin che lo schiera in attacco al fianco di Di Natale. Il risultato è incredibile con Sanchez che nel clamoroso 7-0 con cui l'Udinese passa in casa del Palermo mette a segno ben 4 reti arrivando ad 11 totali in campionato. Stesso numero di gol (11) sono quelli realizzati dal 'Nino Maravilla' con la Nazionale cilena in 32 gare disputate.

Curiosità e carattere del calciatore

Si parlava di un fenomeno ancora incompiuto riflettendo su Alexis Sanchez. Ad aprile 2010 l'Udinese era ancora in lotta per restare in Serie A ma nella passata stagione la parte del leone l'ha fatta il suo compagno di reparto Antonio Di Natale con 29 reti in campionato. Le 5 reti complessive sono nulla rispetto alle 11 già messe a segno quest'anno con il poker realizzato nell'ultima giornata al Palermo che ha definitivamente consacrato tra i fenomeni del campionato in corso anche il cileno Sanchez che in un'intervista poi pubblicata sul sito ufficiale dell'Udinese spiegava: 'Voglio diventare uno dei giocatori più forti al mondo, ma per riuscirci devo lavorare su tutto, soprattutto sulla fase realizzativa. Ho ancora 21 tanti e tante cose da imparare'.

Grande ambizione per un calciatore che ha ancora ampi margini di miglioramento con la seconda rete realizzata al Palermo che ha ricordato davvero il miglior Ronaldo. La difficoltà in fase realizzativa che aveva fino a pochi mesi fa è ormai un ricordo sbiadito e lontanissimo per il fuoriclasse cileno che ad aprile commentava: 'Sono molto dispiaciuto di non aver segnato a Parma e a Milano ieri sera. Mi sono creato due belle occasioni ed è stato un peccato non averle finalizzate, meno male che mi sono rifatto con l’assist per Inler. Penso troppo al gol, così, quando mi trovo a tu per tu col portiere avversario mi vengono in mente dieci cose diverse: mi chiedo se ho commesso fallo, se il guardialinee ha alzato la bandierina, mi ricordo di un errore precedente. Devo essere più istintivo e pensare solo a buttarla dentro. Tutti mi ripetono che il gol arriverà e arriverà, ma non arriva mai'. Ora ne sono arrivati 4 tutti insieme in un poker davvero fantastico per il 22enne Sanchez. Il prezzo continua a salire verso l'alto con il patron Pozzo che starà sicuramente gongolando e complimentandosi con se stesso per aver trattenuto sulla panchina dell'Udinese Francesco Guidolin che, dopo un inizio di stagione disastroso, ha creato una formazione che ricorda in molti tratti il Barcellona dimostrando ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che puntare sui giovani è la strategia vincente.

Utilità al fantacalcio

Passiamo ora al lato che interesserà molti lettori sullo spazio dedicato all'analisi fantacalcistica del giocatore. Alexis Sanchez che nella passata stagione veniva considerato un attaccante ha deluso i molti fantallenatori che hanno deciso di puntare su di lui: grande media voto ma insufficiente capacità realizzativa. La stagione in corso verrà però ricordata come la definitiva esplosione del 'Nino Maravilla' che rappresenta, allo stato attuale dei fatti, un grande investimento economico considerando l'altissimo prezzo (è il più costoso in assoluto) a cui oggi i fantallenatori possono comprare il centrocampista cileno. Quest'anno dunque appartiene con ampio merito alla lista degli affari considerando che il suo prezzo è letteralmente lievitato con le sue prestazioni di altissimo livello. Grande acquisto se si pensa che 'fantacalcisticamente parlando' è inserito nella lista dei centrocampisti quando in realtà il suo ruolo attuale nell'Udinese è quello di seconda punta al fianco di Antonio Di Natale (21 reti in 26 gare), altro giocatore di cui non si può davvero fare a meno in un rosa competitiva che abbia come obiettivo finale quello di aggiudicarsi il torneo di fantacalcio a cui state partecipando.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018