Excite

Albert Ebossé, calciatore morto in Algeria dopo lancio di pietre in campo dei tifosi: video shock

  • Facebook

La tragedia avvenuta allo stadio Tizi Ouzou in Algeria dopo il triplice fischio finale del match Js Cabilia-Usm Algeri, con vittima il 24enne camerunense Albert Ebossè, è di quelle destinate a restare nella memoria collettiva per lungo tempo.

Calciatore indonesiano muore dopo un tackle, il video dell'incidente a Akli Fairuz

Incredibile il destino dell’attaccante africano, ex capocannoniere del campionato, colpito alla testa da una pietra lanciata dalle tribune dell’impianto sportivo situato a poco più di 100 km dalla capitale algerina e morto durante la corsa disperata dell’ambulanza verso il più vicino ospedale.

Il violento impatto del sasso partito da una mano ignota ha provocato al calciatore maghrebino un forte trauma cranico, rispetto al quale i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare l’irreversibile peggioramento delle condizioni del ferito e il successivo decesso.

Causa scatenante delle intemperanze scoppiate al termine dell’incontro tra la squadra di Albert Ebossè e gli sfidanti dell’Usm Algeri, la seconda sconfitta consecutiva del Js Cabilia, stavolta davanti al proprio pubblico che evidentemente non voleva far uscire dal campo i giocatori senza dar loro una “lezione”.

(Fitta sassaiola dagli spalti, muore un giocatore del Js Cabilia: tragedia in Algeria)

Nessuno, probabilmente, dagli spalti del Tizi Ouzou aveva intenzione di eliminare fisicamente uno degli obiettivi della contestazione, ma il caos divampato a fine partita ha raggiunto un livello tale da far perdere il controllo della situazione a tutte le persone presenti allo stadio creando di fatto le condizioni per una tragica fatalità.

Proprio Ebossè, ucciso dal sasso piovuto dal settore del campo occupato dai tifosi del Js Cabilia, era stato l’unico a segnare un gol prima del ko casalingo per 2 reti a 1 contro l’Usm Algeri, essendo un attaccante di buon livello capace di fare la differenza nel torneo nazionale, ma la cieca violenza dei supporters in cerca di vendetta per il flop della squadra del cuore non ha avuto “pietà”: stando a quanto rivelato il giornale iberico Marca, l’attaccante originario del Camerun era diventato padre da pochi giorni.

Per accertare le responsabilità sull’episodio specifico e punire i colpevoli dei disordini sarà aperta al più presto un’inchiesta, come promesso all’indomani della morte di Albert Ebossè dal ministro dell’Interno dell’Algeria Tayev Belaiz.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019