Excite

Abete: "Rinnovo per Donadoni solo se in semifinale"

Si chiariscono alcuni punti del contratto tra Roberto Donadoni e la FIGC. Si parlava di una clausola di rescissione d'oro, adesso però viene chiariato che tutto dipendeva dal traguardo raggiunto.

A parlare è il presidente della FIGC, Giancarlo Abete: "Il rinnovo del contratto del ct era legato al raggiungimento della semifinale, era legato ad un automatismo che non si è verificato. In termini tecnici non si deve procedere a nessun esonero. Il 20 maggio Donadoni ha detto che non serviva una clausola rescissoria. Dopo il 20 maggio ha chiesto di modificare l'accordo e ha chiesto di inserire la clausola di continuità in caso di raggiungimento delle semifinali" .

Abete illustra anche la cifra della clausola poi eliminata: "Era stata fissata in una somma lorda di 900 mila euro ed è documentata. Quando Donadoni mi ha chiesto di eliminare la clausola di rescissione io ho accettato. Ho privilegiato la necessità di dare al commissario tecnico la massima serenità in vista degli Europei".

Dunque non costerà nulla esonerare Donadoni, di fatto il suo contratto è scaduto e tecnicamente non ci sarà nemmeno l'esonero. Via libera all'Italia di Lippi.

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017