Excite

A volte ritornano

A volte essere dei campioni non basta.
Passi un'annata in chiaroscuro, qualche problema con l'allenatore e un carattere che non sempre ti aiuta nei momenti di difficoltà ed eccoti là, relegato in panchina, quando sei fortunato. Altrimenti in tribuna ad applaudire le giocate dei tuoi compagni.

L'esperienza inglese di Shevchenko e quella nerazzurra di Adriano sono l'esempio calzante che nel mondo del calcio niente è scritto.

Sheva era stato accolto come un eroe. Ora vegeta in panchina nella sua seconda stagione inglese, abbandonato da Mourinho e addirittura da Blokhin, il ct ucraino. Adriano, invece, non solo non ha giocato nella Supercoppa Italiana, ma difficilmente troverà i suoi spazi anche in campionato, stretto com'è da una concorrenza spietata che costringe anche Crespo ad arrancare per trovare un po' di spazio.

E così ecco il mercato che regala ad entrambi uno scherzo del destino mica male. Il Parma vorrebbe riavere indietro il suo vecchio bomber brasiliano, magari in prestito, con la speranza di vederlo rifiorire. La Dinamo Kiev, invece, farebbe carte false pur di riabbracciare il suo indimenticato attaccante ucraino.

Mentre per Adriano un ritorno al Parma è più un miraggio che una concreta possibilità, per Sheva le cose sono differenti.
Lui in Ucraina tornerebbe volentieri. Resta da convincere (ed è questa la cosa più complessa) la moglie Kristin Pazik che a Londra si trova bene e non vorrebbe andarsene.

A pochi giorni dalla chiusura del mercato, non resta che aspettare e capire se le favole, a volte, possono davvero trasformarsi in realtà.

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017